Orto Porto Day

Sei in:/Orto Porto Day

Segui il tour degli eventi sostenibili con Ecofesta Puglia!

SCARICA LA SCHEDA PUNTI ECOFESTA PUGLIA 2016

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Ritorna il 17 settembre alle ore 20 a Villa Libertini a Lecce l’Ortoportoday, una serata conviviale dedicata al progetto di Agricoltura sociale “Ortoporto”, nato dalla collaborazione tra Slow Food Lecce e l’Asl di Lecce ed orientato al coinvolgimento dei 14 ospiti della CRAP (Comunità Riabilitativa di Assistenza Psichiatrica) di “Villa Libertini” in attività finalizzate alla formazione e al successivo inserimento lavorativo.

Grazie anche al continuo supporto degli operatori sanitari della struttura stessa, è stato realizzato un orto nel quale si coltivano verdure di stagione, ortaggi ed il pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto (Presidio Slow Food), utilizzato, come ogni anno, per la realizzazione della salsa Ortoporto.

Di recente, inoltre, il finanziamento “Orizzonti Sociali” (fondazione Megamark con il patrocinio della Regione Puglia) e l’associazione “Gustamente Puglia” (vincitrice del bando) hanno consentito alla CRAP di trasformarsi in “Cucina Riabilitativa Altamente Piacevole“. L’installazione di una cucina professionale ha, difatti, portato ad una nuova esperienza formativa per gli ospiti della Crap che si è concretizzata in un corso di tecniche di cucina tenuto dallo Chef Mimmo Persano.

Ortoportoday 2016 è, quindi, l’occasione giusta per continuare a finanziare il progetto, trascorrendo una piacevole serata all’aperto.

La cornice dell’evento sará costituita dallo spazio offerto dall’orto di Villa Libertini, arricchito dalla presenza degli stand gastronomici delle aziende e dei ristoratori che, ancora una volta, contribuiranno con entusiasmo all’iniziativa. Tra i numerosi partner di quest’anno figurano, inoltre, il Fondo Ambientale Italiano (FAI) ed Ecofesta Puglia. Il servizio, come sempre, verrà garantito dagli scout del gruppo Agesci.

Spazio anche alla musica con il progetto Jazz del sassofonista Roberto Gagliardi e del pianista Daniele Dell’Anna.

In menù:
Pane e pizzi a lievito madre cotti nel forno in pietra di Ortoporto
A cura di: CRAP Villa Libertini

Pittule preparate al momento
A cura di La Buona tavola a casa tua – Lecce

Capocollo di Martina Franca Presidio Slow Food con grissini del panificio Tagliaferro di Corsano
A cura di Salumificio Santoro di Cisternino

Cavateli con orata e pomodorini spadellati al momento
A cura di: Mimmo Persano personal chef – Lecce

Pastificio Ligorio – San Vito dei Normanni (BR )
InMare dei fratelli Reho – Gallipoli

Acquasala con frise di grano senatore cappelli, pomodoro Fiaschetto P. S.F. ed olio EVO
Insalata di farro con carciofi, pomodoro Fiaschetto P.S.F. e cacioricotta
A cura di Calemone Azienda Agricola – Torre Guaceto ( BR)

Mozzarelle preparate al momento della comunità del cibo dell’Alto Salento
A cura di Caseificio Lanzillotti – San Vito dei Normanni ( BR )

Mousse di patate e filetto di orata croccante
A cura di Mimmo Persano personal chef – Lecce

Pasticciotto Leccese
A cura di Ristorante Lilith della famiglia Tramis

Fruttone con fichi e mandorle
A cura di Mimmo Persano personal chef – Lecce

In abbinamento ai vini di:
Azienda vitivinicola Francesco Candido – San Donaci
Claudio Quarta vignaiolo – Guagnano
Cantina San Donaci – Sandonaci
Cantina Coppola 1489 – Gallipoli

E alle birre artigianali di:
Birrificio B94 – Lecce
Birrificio del capo – Tricase

Quota di contribuzione: € 25

COSA FAREMO NOI DI ECOFESTA PUGLIA?
Troverete in giro i nostri informatori ecologici che aiuteranno i fruitori dell’evento nel fare bene la raccolta differenziata grazie alle coloratissime isole ecologiche mobili, distribuiranno ecogadget in cambio di rifiuti riciclabili e saranno a disposizione per informazioni sulle azioni amiche dell’ambiente nell’infopoint verde, un’area attrezzata fissa di raccolta dei rifiuti.
Saranno utilizzate stoviglie biodegradabili e compostabili.
Per compensare l’emissione di CO2 prodotta per realizzare l’evento, inoltre, saranno piantumati alberi autoctoni.

Leave A Comment